Il premio Falck ad Alen Custovic

Con il suo primo romanzo «Eloì, Eloì» il 26enne bosniaco Alen Custovic vince il Premio Alberto Falck. Il premio, alla sua prima edizione, è riservato a un’opera inedita in lingua italiana, che abbia come tema centrale la ricerca di valori spirituali nella società contemporanea. Fra i giurati, Marco Garzonio (presidente), Ferruccio De Bortoli, Cecilia Falck e monsignor Gianfranco Ravasi. Ieri la consegna del premio nella sede di Ambrosianeum, preceduta dalla messa celebrata in Duomo da monsignor Ravasi, in memoria di Alberto Falck. Il romanzo, edito da Mondadori, affronta la storia di Emir, guerrigliero musulmano, e Armando, anziano prete cattolico. Due vite e due mondi opposti che si incontrano per un destino comune.