Un premio per il teatro di domani

Arriva alla fase conclusiva il premio intitolato alla memoria di Dante Cappelletti

Da oggi fino a domenica il teatro Valle ospita la fase conclusiva del «Premio Tuttoteatro.com-Dante Cappelletti»: l’iniziativa, nata in seno alla rivista «Tuttoteatro», intitolata a uno tra i nomi significativi del teatro contemporaneo italiano, rappresenta un osservatorio sulle diverse anime delle arti sceniche. Dieci spettacoli (venti minuti ognuno), di artisti di età e formazione diverse, proporranno le diverse prospettive della ricerca teatrale contemporanea, di quell’«officina dell’arte» che rappresenta una grande risorsa per la nostra cultura. Si inizierà oggi (alle 15.30) con A fronte alta di Antonello Cossia, un lavoro dedicato alla memoria famigliare. Sempre il ricordo è il tema dello spettacolo Il figlio di Gertrude (domani alle 15.30) di Lorenzo Gleijeses e Julia Varley (attrice dell'Odin Teatret), dedicato alla città di Napoli. Mentre la Roma del 10 settembre del ’43 è evocata dallo spettacolo in versi La battaglia di Roma di Pierpaolo Palladino (domenica alle 16.30). Tra gli altri segnaliamo Hopa-Oct/Prigione su tela di Andrea de Goyzueta e Pino Carbone (oggi alle 16.30) e Rum di Carlo Besozzi e Flavio Parenti (domenica alle 17.30). Fuori concorso stasera e domani alle 20.45 Nella musica c'è tutto, meglio stare fermi di Maurizio Rippa (ingresso 5 euro). Un assaggio quindi dei fermenti del nostro teatro, un teatro che è in eterna crescita e formazione, dove gli infiniti scenari di interpretazione rappresentano altrettante prospettive di ricerca, ed è proprio quest'ultima che il premio vuol sollecitare. E per l'opera di ricerca sarà inoltre consegnato un premio speciale a Riccardo Caporossi.