Premio Uiga «Auto Europa» alla Citroën Ds4 Torino abbraccia Viva l’auto

TorinoLinea da coupé sportiva che si fa crossover compatto, la Citroën Ds4 è l’«Auto Europa 2012». A votarla i giornalisti della Uiga. Sul podio anche la Range Rover Evoque e la nuova Ford Focus, modelli accomunati da un interessante rapporto tra prezzo, qualità e dotazioni. Il settore, cui il Fisco (e non solo) si rivolge come a un bancomat sempre disponibile (prelevando quest’anno 68 miliardi), vuole riaffermare il proprio ruolo di volano per lo sviluppo: così nel corso di «Viva l’Auto», la kermesse che a Torino ha fatto da cornice al Premio Uiga «Auto Europa», occasione per coinvolgere il grande pubblico e per dibattere sui temi della mobilità sostenibile e sui trend di un mercato già in sofferenza, sul quale gravano i rialzi dell’Ipt e dell’Iva, i continui rincari dei carburanti e delle assicurazioni, mentre un quinto dei concessionari è destinato, stando agli analisti di Dekra Consulting, a chiudere i battenti. Ecco allora il pragmatismo costruttivo di Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, e il confronto aperto tra la filiera (Anfia, Unrae, Federauto, Assogomma, Ancma, Asi, Apc) e le istituzioni, rappresentate dal sottosegretario allo Sviluppo economico Stefano Saglia e dal deputato Agostino Ghiglia: sotto la lente, infrastrutture, piattaforme tecnologiche e iniziative per lo sviluppo. E poi ancora il focus sul Piemonte, candidato a laboratorio permanente della mobilità verde, nelle parole di Alessandro Barberis (Camera di commercio), cui hanno fatto eco il governatore Roberto Cota, l’assessore regionale all’Ambiente, Roberto Ravello, quello al Lavoro, Claudia Porchietto e l’assessore comunale Enzo Lavolta. «Viva l’Auto» è stata anche il palcoscenico di una parata celebrativa della storia delle quattro ruote: nell'anno del 150°, con la regia dell’Asi, una memorabile sfilata di vetture storiche nel centro di Torino.