Il premio Velista dell'anno diventa maggiorenne

Torna lo storico riconoscimento ideato dall'Acciari Consulting nel 1991 che premia il timoniere, il progettista e la barca italiani distintisi a livello internazionale nel corso dell'anno

Compie diciotto anni il premio Velista dell'anno Audi, il riconoscimento ideato dall'Acciari Consulting che verrà assegnato al timoniere, al progettista e alla barca italiani che si sono distinti a livello internazionale nel corso dell'anno. La manifestazione si terrà il 24 febbraio a Villa Miani a Roma, luogo dove si incontreranno i protagonisti della passata stagione e i più importanti rappresentanti della vela italiana. Come di consueto la rosa delle nominations è stata indicata dai lettori del sistema nautico Y&S, Yacht and Sail (rivista, tv, sito internet), e così, a contendere il Timone d'Oro al campione uscente Giovanni Soldini, candidato quest'anno per il successo con il Class 40 Telecom Italia nella Artemis Transat (l'attuale OSTAR), sono in lizza Lorenzo Bressan, vincitore del Mondiale di Melges 24, Vincenzo Onorato, iridato per la terza volta consecutiva e campione europeo nel Farr 40, Diego Romero, bronzo nel laser a Pechino 2008 e Alessandra Sensini, oro mondiale e argento olimpico nella RS:X. Anche quest'anno il Velista dell'Anno riserverà uno spazio ai talenti italiani della vela, premiando il miglior atleta Under 25. La giuria del Velista ha deciso di intitolare questo riconoscimento a Carlo Marincovich, storica firma de «La Repubblica» che contribuì con i suoi articoli alla diffusione della vela in Italia presso il grande pubblico e che è scomparso lo scorso novembre. Tre i candidati per il premio «Marincovich»: Matteo Bernard, campione europeo nella classe Optimist; Laura Linares, vincitrice del titolo mondiale giovanile nella classe olimpica RS:X; Edoardo Mancinelli Scotti, terzo al Mondiale 420 con Lorenzo De Felice a prua. Tre anche i progettisti a confronto: Marco Croci (il suo Truc 18 Cabrio ha conquistato consensi anche a livello europeo), Maurizio Cossutti (l'M37 da lui disegnato è protagonista nelle classi d'altura) e Umberto Felci (ideatore di una serie di Cruiser Racer, GP 42, Libera e Open protagonisti nel Mediterraneo). Infine nella categoria «Migliore Barca» sono in lizza Atalanta II (l'elegante Mini Maxi di Carlo Puri Negri, vincitrice della Coppa Carlo Negri nelle Regate Pirelli e del Trofeo Loro Piana nella Settimana dei Tre Golfi), Libertine (il Comet 45S di Maurizio Biscardi che ha vinto il campionato mondiale ad Atene, il campionato italiano assoluto di Punta Ala e la Rolex Capri Sailing Week) e Telecom Italia (il Class 40 con il quale Giovanni Soldini ha colto il successo nella regina delle transat in solitario, quella da Plymouth a Boston). I vincitori saranno decisi nel corso della serata dalla giuria composta da Raffaele Pagnozzi (Segretario Generale del Coni), Carlo Croce (Presidente della Federazione Italiana Vela), Andrea Brambilla (Direttore di Y&S), Michael Frisch (Direttore Audi Italia) e Alberto Acciari (Ideatore e Segretario del Premio). Il sistema nautico Y&S sarà media partner dell'evento e realizzerà uno speciale Life Style che andrà in onda il 28 febbraio sul canale 214 di Sky.