Premio Vitalini per lo sviluppo dello sci in Val Senales alla famiglia Gurschler

Riconoscimento a Leo Gurschler, fondatore delle Funivie Ghiacciai durante il convegno degli Ski College Italiani Fisi a Forte dei Marmi

La Val Senales, il suo sviluppo turistico e sportivo legato in particolare alle Funivie Ghiacciai che da Maso Corto portano al Giogo Alto e soprattutto la figura del pioniere di questo sviluppo partito agli inizi degli anno Settanta, sono stati uno dei momenti più significativi del convegno degli Ski College Italiani Fisi a Forte dei Marmi, in Toscana. L’evento è stato organizzato dell’ex discesista azzurro Pietro Vitalini che attualmente produce abbigliamento sportivo.

E per la prima volta, nell’ambito del simposio, è stato assegnato il Premio Pietro Vitalini per il miglior contributo dato allo sviluppo dello sci alpino. Gli organizzatori hanno assegnato il premio alla famiglia Gurschler di Maso Corto per il lavoro che fu svolto da Leo Gurschler a cui tra l’altro è stata di recente intitolata una nuova pista sul ghiacciaio per ricordarne la figura. Il convegno sciistico di Forte dei Marmi si è svolto alla presenza del segretario generale della Fisi, la britannica Sarah Lewis che, tra l’altro, da atleta si era allenata proprio sul ghiacciaio della bella valle altoatesina, da anni location internazionale ideale per la preparazione alle competizioni sportive alpine del circo bianco Sarah Lewis ha colto l’occasione per elogiare l’ospitalità e il coraggio della famiglia Gurschler.

Durante la serata di gala sono stati premiati anche il fondatore della rivista Sciare, Massimo Di Marco e l’imprenditore Berutti della SMP Sport Equipment per l’innovazione tecnica apportata nell’ambito degli sport invernali. A Villa Bertelli è stata anche allestita una mostra sugli sport invernali. Le Funivie Ghiacciai e l’Associazione Turistica Val Senales erano presenti con la simbolica immagine della più importante mummia di ghiaccio del mondo, Ötzi. Un grande banner ha sancito la partnership tra la località balneare di Forte dei Marmi e il ghiacciaio della Val Senales, la quale attraverso l’impiego di Pietro Vitalini, dovrà essere ampliata nel prossimo futuro.

Al centro del convegno il ruolo degli Ski College Italiani. Si è sottolineato che per un’ottima promozione degli sport invernali fra i giovani è necessaria la stretta collaborazione tra scuole e Federazione, mentre pura rivalità porterebbe soltanto a parziali successi. La Fisi, ricordiamo con le sue attività riservate ai giovani, ha studiato un sistema di formazione sportiva, scolastica, atletica, educativa di massimo livello, che oggi trova un compimento negli Ski College Italiani dove i ragazzi fra i 14 e i 19 anni possono frequentare la scuola superiore e dedicandosi anche alle discipline invernali.

Nelle foto (Funivie Ghiacciai Val Senales): la premiazione della famiglia Gurschler e Sara Lewis, segretario generale della Fisi con Michaela Walder di Funivie Ghiacciai Val Senales