«Premiolino» della sincerità a 6 giornalisti

C’era un’atmosfera da grandi occasioni ieri sera a Palazzo Marino dove, alla presenza del sindaco Letizia Moratti, ha avuto luogo la cerimonia di premiazione dei vincitori della 47ª edizione del «Premiolino». Nato a Milano nel 1960 per iniziativa di alcuni inviati speciali, il «Premiolino» è il più antico premio giornalistico italiano. Il riconoscimento viene conferito ai giornalisti che si sono distinti per qualità professionali e per avere difeso la libertà di stampa da qualsiasi condizionamento. Da quest'anno il prestigioso premio ha assunto la denominazione «Il gusto della sincerità» e ha trovato un nuovo mecenate. Si tratta di Birra Moretti, un marchio storico che dal 1859 ha fatto della sincerità il proprio vessillo. I vincitori dell'edizione 2006 sono: David Grossman, scrittore israeliano collaboratore di «Repubblica», Luca Ricolfi, editorialista de «La Stampa», Rosanna Massarenti, direttore di «Altroconsumo», Riccardo Chiaberge, responsabile del supplemento domenicale de «Il Sole 24 Ore», Daria Bignardi, conduttrice de «Le invasioni barbariche» su La7, Fabio Caressa, giornalista di Sky Sport.