Prende in giro studente disabile

Lui, straniero, prende pesantemente in giro un ragazzo disabile, ma i compagni insorgono in sua difesa. Un caso di discriminazione all’interno della sede dell’istituto tecnico commerciale Vittorio Bachelet, in via Nazareth, a Boccea, dove sono state trasferite alcune classi del liceo scientifico Torricelli.
Era già da un po’ di tempo che alcuni studenti avevano notato come Davide (il nome è di fantasia) prendesse in giro un ragazzo disabile. Spesso gli urlava nelle orecchie, altre volte lo chiamava ad alta voce per i corridoi, davanti a tutti, mimando le sue difficoltà di articolazione delle parole. Ieri mattina uno studente del Torricelli si è fatto avanti: «Piantala, devi smetterla di prendertela con lui». E Davide, dopo aver risposto che «quel ragazzo lo conosce da 5 anni», e, quindi, può permetterselo, si è rivolto ai compagni che, nel frattempo, si erano fatti avanti in difesa del disabile: «Domani la pagherete cara». «È assurdo - commentano gli studenti che hanno assistito alla scena - che ancora oggi ci siano ragazzi così ottusi». «Lo studente che ha preso in giro il compagno disabile ha sbagliato ma serve comprensione, stiamo parlando di ragazzi. Quanti studenti vengono scherniti perché sono troppo grassi o troppo alti o bassi? In questo caso la “vittima” era un disabile e quindi l’episodio fa notizia». Ileana Argentin, delegata del sindaco per le Politiche dell’handicap, commenta così il fatto accaduto a Boccea.

Annunci

Altri articoli