«Prenderemo tutto il branco»

Un fatto gravissimo: il sequestro e lo stupro di una studentessa ventunenne, rapita nella notte tra venerdì e sabato assieme al suo ragazzo da cinque romeni mentre la coppia se ne stava appartata in via Chopin, in fondo a via Ripamonti, periferia sud di Milano. L’arresto da parte degli investigatori di due componenti del «branco» - un quindicenne e un diciassettenne romeno, entrambi irregolari - e la caccia agli altri tre «adulti». Un reato che apre uno squarcio livido nel torpore estivo del ponte milanese, un ritorno della paura. Il questore Paolo Scarpis preferisce non generalizzare e butta acqua sui timori di ritorno della cosiddetta «Milano violenta». «Questo episodio non rende la città meno sicura - sostiene - si tratta di un fatto clamoroso proprio perché unico. Questi delinquenti li prenderemo tutti: l’ho promesso al padre della ragazza». Secondo i dati interforze diffusi dalla Prefettura su Milano e la sua provincia, però, nel 2004 le violenze sessuali sono state ben 257: anche togliendo le violenze a prostitute e gli atti di libidine il numero è pur sempre alto. E il reato, negli ultimi otto anni, è praticamente raddoppiato.