Preoccupano i livelli dello smog a Milano "Se i valori non si abbassano blocco del traffico"

Pronta la nuova normativa anti-smog. Se domani i livelli di Pm10 rimarranno elevati per il dodicesimo giorno consecutivo, a Milano scatterà il blocco del traffico nella Cerchia dei Bastioni, valido anche per i veicoli poco inquinanti

Se non calano i valori relativi allo smog, tutti a piedi. Categorica la decisione di palazzo Marino. Da oggi in poi, ogni volta che - per quattordici giorni di fila - verranno superati i limiti di Pm10, a Milano partirà il blocco del traffico per tutti i veicoli circolanti all'interno della Cerchia dei Bastioni, valido per sette giorni. 

L'amministrazione comunale si appresta a varare le nuove norme, presenti nella bozza della "Disciplina per il contenimento dell'inquinamento atmosferico", che va a modificare la versione precedente, varata dalla giunta Moratti lo scorso inverno. La norma precedente prevedeva il blocco dopo 18 giorni consecutivi di sforamente dei limiti, ma solo per chi paga l'ecopass. La norma attuale, fatta eccezione per i residenti all'interno dei Bastioni e per il trasporto merci, sarà invece valida per tutti, anche per i veicoli poco inquinanti.

Per compensare i disagi causati dalla nuova norma, è stato previsto però il prolungamento di validità del biglietto Atm, che varrà per l'intera giornata nei giorni di blocco del traffico. E il primo blocco del traffico potrebbe entrare in vigore a breve. Se anche domani - dodicesimo giorno consecutivo - si sfiorerà il superamento dei livelli di Pm10, da giovedì 6 ottobre scatteranno le misure antinquinamento del Comune, con il blocco totale delle circolazione dalle 8 alle 18 di domenica 9 ottobre e blocco dei veicoli inquinanti per tutta la giornata di giovedì. E la situazione dello smog su Milano desta preoccupazione. Il sindaco milanese Giuliano Pisapia incontrerà in questi giorni i comuni dell'hinterland per stabilire un calendario condiviso per i blocchi del traffico domenicali.