Preoccupate reazioni delle associazioni dei residenti, che temono le scorribande dei giovani ubriachi anche nelle sere feriali Campo de’ Fiori, sconti sulla sbornia Mentre scattano le misure contro la «movida» violenta, in molti pub birra a volontà pe

Jacopo Granzotto

Un’ora di tempo per tracannare la birra che si vuole al prezzo di 10 euro, che diventano 5 se si dimostra di essere studenti, insomma se si è a casa da mammà. Un’allegra iniziativa, che se confermata nel tempo dai baristi di campo de’ Fiori, avrebbe del clamoroso. Non fosse altro perché organizzata nella zona meno opportuna, monitorata in lungo e in largo per i noti problemi di ordine pubblico. Un gavettone al buon senso, quello delle bevute fiume di spina al mercoledì sera, che sta sollevando polemiche a non finire e introducendo nella capitale la pericolosissima e poco italiana abitudine dell’happy hour (leggi ubriacatura) a buon prezzo.
Ed è così che da una settimana giovani comitive, soprattutto straniere, passano le serate: saltando da un pub all’altro spendendo il meno possibile. Il passaparola (...)