Prepartita rovente Due accoltellati: uno è un turista Quindici gli arresti

Roma Due accoltellati, quindici arrestati, due bagarini colti sul fatto. Un bilancio meno pesante di quello che si poteva temere. Colpiti dalle aggressioni, entrambe avvenute nella notte tra martedì e mercoledì, un inglese e un americano, quest’ultimo scambiato per un supporter dei Red Devils. A finire in cella sono stati quattro giovani romani tra i 20 e i 22 anni, che hanno picchiato e accoltellato un americano all’uscita da un pub di Ostia. Un tifoso dello United è invece stato accoltellato in via Vitelleschi, a due passi da San Pietro. Il tifoso, colpito con tre fendenti alla coscia e con una bottigliata alla nuca, è stato dimesso dall’ospedale Santo Spirito con una prognosi di 10 giorni e ha poi denunciato che i suoi aggressori erano quattro e parlavano spagnolo. Altri tre spagnoli sono stati arrestati e altrettanti denunciati perché avevano manganelli e un giavellotto nella loro auto. Manette anche per quattro tifosi inglesi, due per avere mangiato nello storico Cafè de Paris e avere pagato con banconote false e due per avere aggredito dei poliziotti. Sette biglietti pronti per essere venduti a un prezzo decuplicato a clienti facoltosi, sono stati sequestrati a un “bagarino”. Un altro è stato invece sorpreso a vendere a 500 euro biglietti di distinti nord a tifosi del Barcellona nella zona di Largo de Bosis. Un tifoso del Barcellona ha rischiato, invece, di non vedere la finale di Champions per colpa di una borseggiatrice nomade che lo ha derubato del portafogli che conteneva, oltre a soldi e documenti, il preziosissimo biglietto per vedere la partita. E nonostante il divieto scattato martedì alle 17 di vendere alcolici e superalcolici, qualcuno è pure riuscito ad aggirare l’ordinanza.