Presentata una stagione di successi

La «squadra del sorriso», così la chiama il direttore artistico del Teatro San Babila Gennaro D'Avanzo: di questi tempi la metafora calcistica funziona, soprattutto a Milano, ed è facile per il sovraeccitato (forse perché il giorno del suo compleanno?) stratega della nuova stagione 2007/2008 parlare di «spettacoli che saranno come dei gol». A segnare quei gol sono, in effetti, compagnie e attori che porteranno, nello storico spazio incastonato nel cuore della città, commedie in odor di successo. «Siamo l'unico teatro a mantenere inalterati i prezzi dei biglietti», ci tiene a precisare D'Avanzo: ed anche questo è un particolare che non mancherà di attirare l'attenzione di un pubblico assetato di buon umore, ma allo stesso tempo con un occhio comprensibilmente attento al portafoglio. Nella conferenza stampa di ieri al San Babila non erano molti i volti dei protagonisti della prossima stagione, ma quelli che c'erano sfoggiavano combattività. Come Piero Mazzarella, memoria storica della Milano teatrale, sognatore finora non esaudito di un «teatro intitolato a Milano, capace di ospitare solo spettacoli dialettali, provenienti da tutta Italia. Milano deve diventare la città dei dialetti: il suo bacino eterogeneo porterebbe pubblico a qualsiasi spettacolo, che fosse in lombardo, in siculo, in napoletano». In attesa di vedere realizzato questo sogno, Mazzarella non si ferma: sarà lui infatti a chiudere la stagione ventura del San Babila con «Via la gatta, balla i ratt» (20 maggio-15 giugno), commedia degli equivoci scritta e diretta da Rino Silveri. All'estremo iniziale del cartellone, il dialetto lombardo della Nuova Compagnia Legnanese nella commedia musicale «Ole…Miseria Rogna e Dispiase» (2 ottobre-4 novembre). Tra le piéce da segnalare, i due successi internazionali «Plaza Suite» di Neil Simon, con Corrado Tedeschi (4 dicembre-6 gennaio), e «Otto donne e un mistero» di Robert Thomas (12 febbraio-9 marzo), con Elsa Martinelli, Corinne Clery e Eva Robin's, entrambi per la regia di Claudio Insegno. Sorrisi ed equivoci anche in «Va tutto storto!!!» (22 aprile-18 maggio), scritto e diretto da Olivier Lejeune, con Fabio Ferrari. A margine del cartellone principale, il San Babila ospiterà - da novembre in avanti, ogni domenica sera - «Risate sopra Milano», serate di cabaret introdotte da Max Pisu e dirette artisticamente da Sabina Negri.