«Presepe meticcio»? Al Cardinale oppongo una civile resistenza

Caro Granzotto, sono rimasto male nel leggere che un cardinale di Santa Romana Chiesa ha approvato, in quanto espressione del meticciato di civiltà, i presepi multi-religiosi, quelli con le moschee e i minareti di fianco alla santa grotta. Meticcio non è la versione corretta di bastardo? Perché dovrei accettare l’imbastardimento di una civiltà che ha le sue radici nel cristianesimo, perché dovrei perfino favorirlo con grandi e piccoli cedimenti, come l’introduzione dei simboli islamici in una sacra rappresentazione cristiana? Perché mi chiede questo, il Principe della Chiesa Angelo Scola?