Preservativi, Eliseo contro il Papa: "No polemica, ma le critiche restano"

La Francia: "Non vogliamo fare polemica, ma la posizione del Papa può avere conseguenze drammatiche
sulla politica mondiale"

Parigi - "Non volevamo fare alcuna polemica. Abbiamo detto soltanto, e lo ripetiamo, che la frase del Papa sul preservativo - che non è una parte della soluzione ma un problema per l’Aids - può avere conseguenze drammatiche sulla politica mondiale in favore della salute". A ribadire la posizione dell'eliseo è stato il portavoce del Quai d’Orsay, Eric Chevallier, rispondendo oggi a una domanda durante il consueto incontro con la stampa.

Il nuovo attacco dell'Eliseo "Non abbiamo mai detto - ha spiegato il portavoce del ministero degli Esteri francese sollecitato ad una replica dopo le nette affermazioni di ieri del cardinal Angelo Bagnasco - che il preservativo è l’unica soluzione del problema". Secondo l'Eliseo, infatti, ve ne sarebbero altre: l’assistenza medica, quella sociale, i test per individuare la presenza del virus, il sostegno psicologico. "Ma il preservativo fa parte di questi elementi di risposta". E spiega: "Tutti i discorsi che vanno in direzione diversa, fatti in più da una persona che ha enorme influenza, vanno contro l’interesse della salute pubblica".