Presi i rapinatori: sollievo dei tassisti

Presi. Sarebbero loro, D. S., 27 anni, e W. D. L., di 36, entrambi incensurati, di Tivoli, gli autori di almeno sette colpi ai danno di tassisti di Roma e provincia. Secondo i carabinieri sarebbero anche i balordi che la notte tra il 15 e il 16 dicembre spararono contro Filippo Spugna, il tassista di 51 anni, colpito a una spalla e ridotto in fin di vita. I militari li hanno sorpresi mentre l’altra notte tentavano l’ennesima rapina. Agivano sotto l’effetto di droga e i soldi servivano per acquistare altra cocaina. Sempre ieri, la polizia ha arrestato G. R., 27 anni, accusato di essere il complice di E. M., 22 anni, già in manette per altre rapine a tassisti e camionisti. Congratulazioni agli inquirenti sono state espresse dal prefetto Achille Serra e dal sindaco Walter Veltroni. Nei giorni scorsi, i conducenti delle auto bianche romane avevano minacciato persino di sospendere il servizio notturno se non fossero stati presi provvedimenti urgenti.