Presi a Magenta 2 baby-rapinatori

Terrorizzavano i coetanei. Più che bulli, delinquenti, anche se giovanissimi. Si facevano consegnare soldi, vestiti e cellulari e circolavano impuniti. Nessun’arma per mettere a segno i loro colpi, ma dosi di prepotenza e arroganza da usare in ogni occasione. L’altra sera nel magentino è scattata l’ordinanza di custodia cautelare per due minorenni di 17 e 15 anni responsabili di una rapina ai danni di un coetaneo.
Il 17 giugno scorso, un sedicenne di Magenta è stato avvicinato dai due componenti della baby gang che, con fare minaccioso, si sono fatti consegnare il denaro che il ragazzino aveva nel portafoglio, 20 euro, un telefonino cellulare senza scheda, un cappellino e perfino i documenti personali. Il sedicenne ha consegnato il tutto e ha sporto subito denuncia. Sono stati i carabinieri di Magenta a indagare sull’accaduto e a individuare i due responsabili. Sono scattati così gli arresti domiciliari, ordinanza emessa dal Tribunale dei minori di Milano.