Preside indagato per mobbing su professoressa

Aperta un’inchiesta per mobbing ai danni di una professoressa di matematica e fisica di 44 anni che ha denunciato il preside, il suo vice e quattro professori di un istituto tecnico superiore milanese in cui lavora dal 1987. Secondo l’esposto depositato in Procura, per mesi un gruppo di professori avrebbe vessato psicologicamente l’insegnante a causa di una «gelosia professionale» legata alle attività extrascolastiche svolte dalla donna per avvicinare gli studenti al mondo del lavoro. Diversi gli episodi contestati ai colleghi che avrebbero vessato la professoressa togliendole il saluto, ammutolendo improvvisamente quanto entrava in sala professori, boicottando i suoi progetti e scambiandosi email dal contenuto diffamatorio. Una situazione tale di «annientamento psicologico», ha detto il suo legale, l’avvocato Claudia Shammah, tale da portarla a uno stress emotivo e a una depressione patologica. Le ipotesi di reato formulate dal legale nella denuncia depositata in Procura sono di maltrattamenti, lesioni e violenza privata.