Preside massacrato da un ragazzo

da Messina

Gli approcci sessuali di un uomo, apparentemente insospettabile, un insegnante, preside di un istituto comprensivo. Sarebbero state le sue avances a scatenare il raptus violento del ragazzo di 18 anni. Adesso lui è sottoposto a fermo, con un’accusa di lesioni gravissime che sarà sicuramente trasformata in omicidio visto che la sua vittima, Antonio Cutrupia, 59 anni, è stato dichiarato clinicamente morto.
Dalla provincia di Messina ancora una brutta storia che tocca il mondo della scuola. Protagonisti un ragazzo appena diciottenne, A. D., e l’insegnante. Saranno le indagini a stabilire come si sono svolti i fatti, e se effettivamente la causa scatenante del pestaggio siano state le «proposte» non gradite. La vicenda si è consumata venerdì sera a Milazzo, grosso comune a pochi chilometri da Messina. Secondo la ricostruzione dei carabinieri il professor Cutrupia, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Novara di Sicilia, avrebbe parcheggiato la sua auto nei pressi della stazione ferroviaria. Quindi si sarebbe diretto in una zona isolata, piuttosto buia, di solito rifugio per coppiette in cerca di intimità. Proprio qui si è verificata l’aggressione che ha lasciato il docente tramortito a terra, in una pozza di sangue, colpito alla testa.