«Il presidente è armato, fermatelo!»

«Il presidente entra armato in Regione. Fermatelo». Questo in sintesi il senso dell’interpellanza del consigliere comunista Roberto Antonaz che in Friuli ha chiesto al governatore Renzo Tondo provvedimenti nei confronti del presidente del Consiglio, il leghista Edouard Ballaman (nella foto). Questi ha detto di avere una 357 Magnum perché «minacciato in passato dal fondamentalismo islamico». E ha spiegato: «Avere un’arma è una cosa seria, ma devo conviverci. Purtroppo due miei amici, Pym Fortuyn e Theo Van Gogh, sono stati assassinati, io ho preso il loro lavoro e ho tentato di farlo conoscere attirando odio e ho passato due anni sotto scorta. È una liberazione non averla più ma mi sono state consigliate precauzioni».