Il presidente Bassetti: «Ora impegno per la creazione di nuovi format»

Accordo sul debito per il gruppo Endemol. Lo rende noto un comunicato della società, secondo il quale nelle prossime settimane «l’azienda e i propri finanziatori continueranno le consultazioni e lavoreranno per mettere a punto i documenti legali necessari per realizzare con successo la ristrutturazione». Secondo il presidente del gruppo, Marco Bassetti, «sarà una soluzione che permetterà a Endemol di acquisire una solida posizione finanziaria. Finiti i problemi finanziari saremo in grado di perseguire gli obiettivi di crescita e costruire su quanto di solido il gruppo è riuscito a ottenere nel 2011, concentrandoci nello sviluppo ulteriore della strategia creativa che costituisce il fondamento delle nostre attività».
La società televisiva, detenuta con quote paritetiche del 33,3% da Mediaset, Goldman Sachs e dalla società Cyrte che fa riferimento al fondatore John De Mol, ha oltre due miliardi di euro di debiti e ha recentemente respinto un’offerta per l’acquisto, pari a un miliardo, fatta da Time Warner.
Anche Mediaset nei mesi scorsi aveva presentato un’offerta, non ufficialmente quantificata insieme al fondo Clessidra che era stata però respinta dai creditori. Nelle scorse settimane l’ipotesi più accreditata era che diversi hedge fund che hanno rastrellato parte del debito e alcuni grandi creditori, come Royal Bank of Scotland e Lehman Brothers, stavano trattando un’intesa con Cyrte e Goldman, mentre l’altro grande creditore Barclays, insieme a Mediaset, puntava a migliorare gli accordi in corso. Mediaset resta, comunque, l’unico socio industriale del settore media della società produttrice del «Grande fratello». Lo ha precisato ieri la società del Biscione in un comunicato. Mediaset, dunque, anche senza impegnare nuove risorse in Endemol, tiene comunque aperte tutte le opzioni per il futuro nel rapporto con la società che ha prodotto molti format televisi di successo. In ogni caso, se la ristrutturazione andrà in porto, Mediaset dovrebbe vedere la sua partecipazione del 33,3% scendere sotto il 10%. «L’accordo raggiunto sul debito di Endemol - ha spiegato Mediaset - scongiura definitivamente ogni ipotesi negativa sul futuro della società. Oltre a garantire un ritrovato equilibrio dell’assetto finanziario, non prevede la cessione della società a terzi, e mantiene quindi Mediaset, pur in assenza di ulteriori impegni finanziari, nel ruolo di unico socio industriale del settore media con aperte tutte le opzioni relative al proprio ruolo futuro».
Endemol era stata rilevata da Mediaset nel 2007 per 2,6 miliardi di euro insieme a una cordata formata da Cyrte, società che fa capo al fondatore John de Mol e dalla banca d’affari Goldman Sachs.