Presidente, chi l’ha insultata mi fa vergognare di essere italiano

Egregio Signor Presidente, quando sabato scorso vidi in tv le immagini di quelle «persone» che si sono permesse di insultarLa mi sono vergognato di essere italiano. La invito a «resistere» (scusi se utilizzo questo verbo che forse a Lei può ricordare un periodo non certo piacevole, in quanto usato da un rappresentante della «casta» che ha contribuito a portarci in questa situazione) in quanto quelle persone che L’hanno insultata e i rispettivi schieramenti politici non hanno compreso che non vi era nulla da festeggiare, anzi!