Il presidente: «La Culmv deve pagare i canoni»

«Io devo rispettare la legge, non posso fare atti diversi. Sono disposto al dialogo con al Culmv, come ho già detto più volte, ma deve essere chiaro che la delibera che ho portato in Comitato è un atto dovuto. Non sono io che dico che la Compagnia deve pagare, lo dice la legge». Il presidente dell’Autorità portuale, Luigi Merlo, ha ribadito così, prima del Comitato Portuale, la sua posizione nella vertenza con la Culmv, che ha minacciato di sistemare in mezzo a viale Africa decine di macchinari e gru, creando così le condizioni per un rallentamento delle operazioni portuali. «Quel che deve essere chiaro - ha aggiunto Merlo - è che non c’è alcun mandato di pagamento in scadenza domani. Con questa delibera l’autorità ha risposto alla richiesta della stessa Culmv di ottenere la concessione dell’area di circa 17.000 metri quadrati in viale Africa. Il parere è positivo - ha detto ancora il presidente - la concessione si può dare ma con tutto quello che prevede la legge, compreso il pagamento dei canoni, la cui entità è ancora da stabilire. La delibera, ripeto, è l’unica risposta che questa Autorità può dare, l’unico atto legittimo». Merlo ha aggiunto che la concessione, della durata di quattro anni, garantisce la stessa Compagnia Unica sull’utilizzo delle aree rivendicate. «Il mio non è un atteggiamento prevenuto, tutt’ altro - ha aggiunto - ma in questo difficile momento mi spetta il compito di fare chiarezza sugli atti amministrativi e di ripristinare procedure e regole, per dare un modello di trasparenza all’Autorità Portuale».