Il presidente ha già votato (per posta)

La coppia presidenziale ha già votato: Obama lo ha fatto a Washington, per posta. Michelle, invece, è andata a votare a Chicago. Poi ha girato uno spot per i democratici

Washington -  Ore di trepida attesa in vista del voto del 2 Novembre. Ma c'è chi ha già votato. Tra questi c'è il presidente Barack Obama. L’inquilino della Casa Bianca ha compilato la sua scheda a Washington: come previsto dalla legge sarà inviata, per posta, al suo luogo di residenza a Chicago. Obama - come ha fatto sapere il portavoce della Casa Bianca Robert Gibbs - ha votato i candidati democratici in corsa per un seggio al Senato (Alexi Giannoulias) e per la carica di governatore dell’Illinois (Pat Quinn).

L'appello di Michelle La first lady Michelle aveva già votato durante una sua recente visita a Chicago. In uno spot elettorale del partito democratico Michelle invita gli americani a non aspettare il 2 Novembre per recarsi alle urne e a votare anticipatamente. Negli Usa è possibile, in alcuni stati, votare prima del giorno ufficiale, per posta o in alcuni seggi speciali; è un modo con cui si cerca di ovviare a un’affluenza alle urne solitamente molto bassa.

Lo spot: votate prima Nel filmato girato a Chicago Michelle si rivolge direttamente alla base democratica - sguardo deciso, tono incalzante, ma sempre sorridente - e l’appello è scandito dalle immagini della first lady alle urne girate il 14 ottobre, quando la moglie del presidente ha espresso il proprio voto. Per convincere gli elettori i democratici sfruttano abilmente anche Internet: l’invito agli utenti di Twitter è di utilizzare come immagine del profilo le parole "ho votato prima".