Il presidente low cost vuol cambiare Gomorra

Parlare di parsimonia a Scampia, quartiere simbolo dei disagi di Napoli, può sembrare provocatorio. Tuttavia, Angelo Pisani (Pdl), presidente dell’Ottava Municipalità di Scampia, c’è riuscito senza risultare retorico: «Anche gli altri presidenti rinuncino agli assessori e sposino la linea del rigore». Parole nel vuoto senza il buon esempio, e Pisani ne è consapevole: infatti da quando si è insediato non ha mai utilizzato per sé l’indennità di 1.400 euro. È poi andato oltre: «I 900 euro per i miei tre assessori, rimpiazzati gratis con consulenti, potranno essere utilizzati a favore degli uffici». Il Pdl, con il segretario cittadino Marcello Taglialatela, ha appoggiato la svolta. Che il vento stia cambiando nella Scampia di Gomorra? CSpa