Il presidente maresciallo riporta a Nervi i carabinieri

In campagna elettorale era stato uno dei suoi cavalli di battaglia: «Se diventerò presidente del Municipio, per prima cosa mi batterò per riportare a Nervi il carabiniere di quartiere». Sette mesi dopo aver conquistato il parlamentino IX Levante, Francescantonio Carleo, maresciallo dell'Arma in congedo dal 31 dicembre scorso, può dire di aver rispettato l'impegno preso a maggio davanti ai cittadini della sua (futura) delegazione. Perché ieri mattina in via Oberdan e dintorni, dopo quasi tre anni, si è rivisto il carabiniere di quartiere e la sua non sarà soltanto una comparsa natalizia, ma un servizio di nuovo a regime proprio come quello già in vigore a Quarto. Alla base della decisione, che ha raccolto immediati consensi tra residenti e negozianti, pare ci sia stato l'incontro avvenuto all'inizio del mese tra tutti i presidenti di municipio e il prefetto Giuseppe Romano, nel corso del comitato di pubblica sicurezza per l'organizzazione dei servizi da garantire durante le festività. E proprio dal prefetto in quella circostanza è arrivato il via libera al carabiniere di quartiere per Nervi (un ritorno) e al vigile di quartiere per Sampierdarena (una novità). «Nel ringraziarlo per tutto quello che aveva fatto durante il suo incarico - racconta Carleo - ho ricordato al prefetto due questioni irrisolte che mi stavano a cuore come presidente del municipio Levante: la caserma di Bavari e il ripristino dei carabinieri di quartiere a Nervi dopo l'allontanamento un po' frettoloso di tre anni fa». La seconda richiesta è stata esaudita, per la prima si è arrivati a un compromesso. In questo senso: la caserma di Bavari, dopo la chiusura disposta a luglio da Roma non sarà più riaperta, ma nella piazza del paese a partire dal 2008 girerà una stazione mobile dei carabinieri per sentire i cittadini e raccogliere le loro denunce.