Il presidente del parco: «Non ci hanno creduto»

«Non ci hanno creduto». È la denuncia del presidente dell’Ente Parco del Gargano, Giandiego Gatta, che negli ultimi giorni aveva più volte segnalato la situazione d’emergenza alla Regione, al Corpo Forestale e alla Prefettura di Foggia. «Recentemente, dopo ripetute richieste, ci sono state assegnate otto persone in più - ha aggiunto Gatta-. Attualmente abbiamo venti unità operative: troppo poche per controllare un territorio di 120 mila ettari».
È rimasta inascoltata, invece, la richiesta di invio di un aereo NH500 che potesse intervenire in caso di incendio.