Il presidente si sospende

Il presidente della Corte federale, Pasquale De Lise si è autosospeso e non farà parte del collegio giudicante nel maxiprocesso sul calcio. La Corte è l’organo di giustizia sportiva che nel processo dell’Olimpico costituisce il secondo e definitivo grado di giudizio. De Lise ha comunicato la sua decisione al Commissario straordinario Guido Rossi e ora sarà sostituito dal componente anziano, il professor Piero Sandulli. Una scelta di opportunità per evitare strumentalizzazioni (avrebbe giudicato chi l’ha nominato), visto che Di Lise è anche presidente di una delle 12 commissioni del Tar del Lazio, tribunale che, secondo Rossi, non avrebbe titolo a intervenire successivamente. Ma molti difensori dei deferiti hanno già fatto sapere che ricorreranno alla giustizia amministrativa.