Il presidente Uefa a rischio sorteggio

da Parigi

Venerdì prossimo, l’Europa del calcio deciderà il suo capo tra Michel Platini e Lennart Johansson. Ma le votazioni potrebbero arrivare a un risultato di estremo equilibrio e quindi potrebbe essere un sorteggio a decidere il nuovo presidente della Uefa.
L'ipotesi del sorteggio è contemplata per il nuovo presidente che si terrà venerdì prossimo a Düsseldorf, in caso di parità tra i due candidati dopo il terzo turno di votazioni.
Lo ha reso noto la stessa confederazione europea del calcio diffondendo le modalità di votazione, che avverranno a suffragio segreto.
Ad esse parteciperanno i presidenti delle 52 federazioni affiliate. Al primo scrutinio è richiesta la maggioranza assoluta (e quindi 27 voti), tenendo però conto che schede bianche e annullate abbassano il quorum necessario.
Se nessuno dei due candidati avrà raggiunto la maggioranza, si andrà ad un secondo e poi eventualmente terzo scrutinio, in cui è sufficiente la maggioranza relativa.