Il presidente Usa incontrerà il collega cinese

Il presidente cinese Hu Jintao incontrerà quello statunitense George W. Bush ai margini dei lavori del G8, che si riunisce da domani a lunedì a San Pietroburgo, in Russia. Lo ha annunciato ieri in una conferenza-stampa la portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Jiang Yu, aggiungendo che i due parleranno «delle relazioni sino-americane e di altre questioni regionali e internazionali di comune interesse». La portavoce non ha specificato il giorno dell'incontro, ma stando a fonti bene informate sembra che il colloquio sia previsto per domani. Hu, che partecipa come invitato al vertice degli otto Paesi più industrializzati, parteciperà anche ad un incontro di gruppo con i leader di India, Brasile, Messico e Sud Africa, anche loro a San Pietroburgo in veste di osservatori. Tra «le questioni internazionali di comune interesse» ci sono quasi certamente la crisi nucleare iraniana e quella missilistica nord-coreana. Washington preme per una linea dura nei confronti di Teheran e Pyongyang, ma sia Pechino sia Mosca frenano, opponendosi in particolare a una risoluzione di condanna da parte del Consiglio di sicurezza dell’Onu.