IL PRESIDENTE

«C’è un’immigrazione comoda e ben accolta, quella dei “cervelli”, delle alte qualificazioni, e c’è anche una immigrazione scomoda, quella illegale, riluttante a integrarsi ma molto utile alla nostra economia, dove occorre mano d’opera necessaria ed indispensabile per coprire alcuni lavori che gli italiani non vogliono più fare», ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano durante un confronto a Villa Vigoni col presidente tedesco Wulff. «Sarebbe una stupidità dire che in Italia l’immigrazione non crea problemi. Li crea di fronte a una accelerazione degli afflussi. E quella illegale va combattuta con regole severe». D’accordo con il presidente il ministro dell’Interno Maroni che ha anche annunciato la preparazione di una proposta di legge per reintrodurre il potere di ordinanza dei sindaci, «nei limiti e nella cornice individuati dalla Corte costituzionale».