Presidenti e consiglieri Così scegliete i vostri eroi di quartiere

(...) di Bonnie e Clyde del tagliandino; Stefano Balleari è un attivissimo consigliere comunale del Pdl, che ha preso voti in quasi tutti i Municipi; Giovanni Borelli è un piacevole rientro in politica, visto che anni fa fu consigliere comunale per il Carroccio; Enrico Cimaschi è il presidente in carica, che proprio domani presenterà la sua nuova iniziativa politica; Vincenzo Falcone è il capogruppo uscente che ha tenuto alta la bandiera di Alleanza Nazionale nel Municipio, ritagliandosi il ruolo di anti-Siri; Giannalberto Conte è il capogruppo leghista uscente; Luciano Gandini è il numero uno del Pdl, persona perbene che ha avuto l’interesse del Municipio prima di tutto, anche eventualmente con le larghe intese, mentre Alberto Loi è un altro consigliere uscente molto attivo. Insomma, sono in molti ad aver lasciato rimpianti, nonostante l’incredibile suicidio che porterà allo scioglimento del Municipio.
Il Centro Ovest è il Municipio di Sampierdarena e San Teodoro. E anche qui fanno il pieno due ex consiglieri: il leghista Fabio Costa, l’uomo che con la sua rete di alleanze è riuscito a far cadere il governo di sinistra nello scorso mandato, e Luca Mazzolino, capo dei giovani Udc che non smette mai di lottare in nome di principi come il bonus famiglia e la difesa della vita. E poi c’è Davide Rossi, attuale capogruppo del Carroccio, molto attivo sul territorio.
In Bassa Valbisagno, Marassi e San Fruttuoso, oltre al classico Balleari, va fortissimo la capogruppo del Pdl Carla Boccazzi, una che ha avuto la forza e il coraggio di presentare un documento sulla persecuzione dei cristiani (e hanno avuto il coraggio, stavolta ironicamente di bocciargliela). E ha parecchi fans anche la sua collega di gruppo Stefania Stellini, una delle anime del gruppo Pdl in Regione.
La Media Valbisagno, da Staglieno a Molassana, segnala Maurizio Uremassi, consigliere cattolico del Pdl che si è sempre segnalato per la sua serietà. Così come Nicolò Valenza, attuale consigliere Pdl. Non a caso in classifica ci sono i due più tranquilli di un Municipio molto caldo.
Dalla Valpolcevera, Rivarolo, Bolzaneto e Pontedecimo, guida la classifica Francesco Mancuso, un giovane che ha tantissimi meriti, primo fra tutti quello di credere nella politica per migliorare il suo territorio, che è un territorio non facile come quello di Begato. Seguono, oltre a Balleari, candidato senza confini, due consiglieri in carica come Alessio Bevilacqua e Giustino Amato.
Il Medio-Ponente è il Municipio di Sestri Ponente e di Cornigliano e qui guida Felice Airoldi, animatore e leader del comitato per Scarpino, edicolante che raccoglie tagliandi anche tra i suoi clienti. E poi Fausto Benvenuto, intellettuale savonese e animatore dei promotori per la libertà, davanti al classico Garassino, al manager della sanità Cesare Mori, uno che ha lavorato benissimo anche in Germania ed è tornato per amore di Genova (e della Sampdoria), e Matteo Rosso, capogruppo del Pdl in Regione. Uno che non credo ambisca alla presidenza di Sestri e Cornigliano, ma che dove lo metti fa bene.
Nel Ponente, cioè Pegli, Prà e Voltri, guida l’apprezzato azzurro Stefano Barabino, davanti al presidente in carica, uomo del Pd e vera sorpresa del gioco Mauro Avvenente, che evidentemente ha ammiratori bipartisan, e a due conoscenze precedenti come Benvenuto e Mori. Va bene anche Franco Giacquinto, consigliere in carica che ha uno zoccolo duro di amici che gli portano tagliandi.
Nel Levante, da Sturla a Nervi, passando per Quarto, Quinto, Borgoratti e le vallate, guida Balleari, davanti al tandem Garassino-Bartolini, al cabarettista Roberto Giordano e al secondo esponente del Pd, l’instancabile Salvatore Trotta. Entra di forza in classifica anche Monica Magnani, che non ha certo bisogno di presentazioni, braccio destro storico di Renata Oliveri ed erededell’indimenticato Rinaldo. Consensi anche per Francescantonio Carelo, presidente in carica.
Chiudiamo con il Medio Levante (Albaro, San Martino e Foce), dove arrivano centinaia e centinaia di voti: guida il capogruppo pidiellino in carica Fabio Orengo, che ha addirittura una rete di fans che lo votano massicciamente, seguito dall’attivissimo assessore leghista in Municipio Renzo Di Prima, volto moderato del Carroccio e da un’amatissima maestra elementare del quartiere come Tiziana Notarnicola. Va bene anche Stefano Costa, pure lui consigliere in carica. Ci sono anche nomi nuovi, da Rodolfo Vivaldi, amante della cultura specializzato negli studi su Giovannino Guareschi, a Viviana Marchese, ex consigliera azzurra stakanovista del Municipio, dal «solito» Balleari, a un consigliere del Pdl giovane ed entusiasta come Daniele Mongiardini. Senza contare la sorpresa fresca di ieri, la new entry Francesco Vesco. Per chiudere con il capace presidente dimissionario Pasquale Ottonello.
Il gioco ora entra nel vivo. E, ribadisco, è il più importante di sempre. Perchè si scelgono dei piccoli eroi (gratis).