Presidio in piazza per difendere il popolo siriano

Una cinquantina di manifestanti ieri pomeriggio è tornata in piazza san Babila in solidarietà con la popolazione siriana. «Venerdì è stato il giorno dedicato all’esercito libero siriano e ai manifestanti pacifici, entrambi impegnati per liberare la Siria dal regime - ha spiegato Shady Hamadi, scrittore di origine siriana -. Continueremo a manifestare ogni settimana per ricordare cosa sta accadendo nel nostro Paese».
I cittadini scesi in piazza hanno voluto anche denunciare l’impegno della Russia a fianco al regime, accusando Il Paese di essere tra coloro che forniscono le armi». «E non è il solo caso» ha aggiunto sconfortato lo scrittore di origine siriana. Poi, ha aggiunto Hamadi, «siamo contornati da Paesi che appoggiano o in qualche modo aiutano il regime».