Preso attentatore strage 11 marzo

Belgrado. Nuovi risvolti nelle indagini sugli attentati a Madrid dell’11 marzo 2004. La polizia serba ha arrestato ieri a Belgrado il cittadino marocchino Abdelmajid Bouchar, 22 anni, uno dei presunti membri della cellula islamica responsabile della strage che costò la vita a quasi 200 persone. Secondo le forze di polizia serbe, l’arresto è avvenuto l’altra notte a bordo di un treno. In un primo momento la notizia è stata negata dalle autorità di Belgrado, che è stata poi confermata dal ministero dell’Interno spagnolo. Stando a quanto riferisce il quotidiano madrileno El Mundo, Bouchar sarebbe riuscito a fuggire dall’appartamento di Leganes, dove si rifugiarono gli altri sette componenti della cellula, che si suicidarono per sfuggire all’arresto. Il marocchino è stato arrestato per aver violato le leggi sull’immigrazione serbe e dopo essere stato trovato in possesso di un passaporto iracheno che lo identificava come Midhat Salah. La mancanza di collaborazione con le autorità serbe ha fatto insospettire la polizia che, dopo aver distribuito le impronte digitali dell’arrestato attraverso l’Interpol, è arrivata alla sua identificazione.