Preso Graziano: il boss tradito dalla passione per le griffe

Era l’ultimo boss, libero e vivo, del clan Graziano. Ieri anche lui, Adriano Graziano, «’o professore», ricercato dal maggio scorso, è stato arrestato e ora, dicono gli inquirenti, si è forse posta per sempre la parola fine alla storia di un clan che, nell’Avellinese, ha puntato sugli appalti, sulle estorsioni. I carabinieri lo hanno bloccato a Valmontone, dove in assoluta tranquillità faceva spesa di abbigliamento griffato in un outlet. Sorpreso mentre rientrava in macchina dopo lo shopping e con ancora le buste in mano, l’uomo alla vista dei militari non ha potuto che arrendersi senza alcuna resistenza. Trovato in possesso di documenti contraffatti e svariate schede telefoniche, era accompagnato e scortato da un imprenditore edile insospettabile del Vallo di Lauro. Lui è stato ammanettato con l’accusa di favoreggiamento.