Preso latitante accusato di aver sparato al bar

Il pregiudicato aveva ferito un turco. Poi ha vagato per giorni

Giovanni Baldi, l'uomo fuggito dopo un tentato omicidio, è stato trovato a vagare in stato confusionale, sporco e in preda all' alcol per le vie di Biassono, al confine con Lissone. Per dieci giorni si era rifugiato tra gli alberi e i cespugli del parco di Monza.
Valdi la sera del 10 luglio, fuori dal «Nuovo Bar» di via Garibaldi, a Desio, aveva ferito con un colpo di rivoltella all’addome S.A., un turco di 25 anni, anch’egli pregiudicato, gestore di una pizzeria poco distante dal bar. Dopo la sparatoria Baldi aveva fatto perdere le proprie tracce. Ma l’altro giorno, dopo quasi due settimane ormai allo stremo delle forze, l'uomo si è consegnato ai carabinieri senza opporre resistenza.
Volto noto della malavita locale, negli anni ’70 e ’80, Baldi era stato protagonista di una lunga serie di rapine, a seguito delle quali era finito più volte in prigione. Recentemente era stato di nuovo fermato per una rissa consumata nei pressi del medesimo bar di via Garibaldi, dove andava spesso.