Preso di mira il gazebo della De Albertis

La tenda elettorale in Largo Cairoli di Carla De Albertis, consigliere comunale e candidata per An alle comunali, è stata messa a soqquadro l’altra notte da qualcuno, che poi ha lasciato scritte contro il fascismo e inneggianti allo spinello libero. Nella tenda sono state abbandonate anche delle «canne». «È chiaramente una intimidazione che non fermerà la nostra battaglia contro i centri sociali, le droghe e gli abusivismi - ha detto la De Albertis -. Sono già stata presa di mira altre volte: hanno incendiato il furgone di Nordestra, circolo di cui sono presidente, il negozio di corso Vercelli e un'altra tenda in piazza Cordusio». Questa volta si è trattato di occupanti galanti, «oltre alle frasi minacciose hanno lasciato un complimento, chissà che non si riesca a convincerli a votare per me!».