Preso narcotrafficante Nascondeva la coca nella gamba di legno

Si potrebbe scrivere un libro, sui modi più fantasiosi per nascondere la droga. C’è chi la ingerisce in ovuli per poi espellerli in forma «privata», la settimana scorsa a Linate è stato bloccato un anziano che aveva riempito decine di pompelmi con sacchetti di cocaina. Ma mai si era sentito parlare di un trafficante internazionale con la droga occultata nella protesi della gamba amputata: lui era strasicuro di impietosire tutti, che nessuno avrebbe nutrito sospetti, considerata la sua invalidità. Luigi Mocerino, 40 anni, pregiudicato napoletano residente ad Arezzo, tornava dalla Colombia: sbarcato all'aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna è stato sottoposto ai controlli, aveva due chili di cocaina (valore 130mila euro) all'interno della protesi della gamba destra. Gli era stata amputata per una malattia: «Poi ha sfruttato il suo handicap per importare lo stupefacente dal Sud America», ha commentato il procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore. È stato arrestato da carabinieri e finanzieri. Per lui il viaggio è finito davvero male.