Pressioni sui lavoratori bloccano un film sul porto

«De Ma, trasformazione o declino»: questo il titolo del documentario sulla realtà del lavoro nel porto di Genova che doveva essere presentato il 16 marzo in anteprima e che l'autore, il regista Pietro Orsatti, ha temporaneamente bloccato davanti a quella che lui stesso definisce «una vera e propria campagna di pressioni e intimidazioni su molti dei lavoratori portuali e dei testimoni che avevano raccontato nel film la propria vicenda umana e professionale. Si sono verificate numerose pressioni sul posto di lavoro soprattutto sui lavoratori più giovani e meno politicizzati e tutelati - continua il regista -. Un film non vale un posto di lavoro o un clima di questo tipo. Per questa ragione ho deciso con la produzione di sospendere per ora le presentazioni ufficiali di questo documentario In molti - prosegue Orsatti - non vogliono che si racconti la realtà sulla sicurezza del porto».