La Prestigiacomo a Gaeta scopre la passione per la tiella

Alla festa per la Guardia di Finanza, a Gaeta, che ha visto la partecipazione del ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo (nella foto), il protagonista assoluto è stato il cibo. Il catering ha servito ai presenti le squisitezze locali. I calzoncini fritti, tipici della cultura campana e del basso Lazio hanno riscosso parecchio successo: la ricetta, che prevede che la pasta da pane venga farcita e chiusa a forma di mezzaluna o manicotto, è andata a ruba e può contare su uno zoccolo duro di aficionados, tra cui anche molti politici della zona. Ad esempio, l’onorevole Gianfranco Conte, consigliere regionale, ne è golosissimo e ha dimostrato di gradire assai. Ma, calzoncini a parte, anche il resto del menu ha acceso gli entusiasmi: mozzarelline di bufala, ricottine, affettati e la tipica tiella, il piatto più famoso di Gaeta: una pizza ripiena di verdure o pesce, la cui storia è indissolubilmente legata alla città. Nata come piatto povero, era il preferito dei pescatori, prima di approdare sulla tavola dei palati raffinati, come quelli di ministri e onorevoli. FLC