Moda, a Mipap, sfila il bello del prêt-à-porter donna e Super esalta gli accessori

Nuove collezioni per l'autunno e l'inverno a fieramilanocity dove, da sabato 27 a lunedì 29 febbraio va in scena il fashion made in Italy nei due saloni che si svolgono in contemporanea. Fra nuovi brand e ritorni di marchi aumentano anche gli espositori stranieri. Buyer da tutto il mondo per uno stile di vestire italiano che vuol diventare sempre più globale

Prêt-à-porter con il fashion italiano e quello internazionale in primo piano fra nuove tendenze e anticipazioni delle collezioni moda donna per l’autunno e l’inverno 2016-2017 a Mipap, che si terrà da sabato 27 a lunedì 29 febbraio a fieramilanocity durante la settimana della moda di Milano.

Eccellenza nella produzione, impiego di tessuti, lavorazione di materiali, originalità e sperimentazione sono la cifra dello stile dei brand che caratterizzano questa edizione. E se Mipap concentra l'attenzione sulla produzione made in Italy e le sue importanti realtà artigianali, rafforza anche la sua vocazione internazionale con il 30% di espositori arrivati a Milano da tutto il mondo: nello specifico da Germania, Spagna, Grecia, Portogallo, Canada, Giappone e Inghilterra. Non manca il contingente francese, che in quest’edizione conta dieci espositori.

Sul fronte dei compratori trendscouting e business portano a fieramilanociy buyer provenienti da 14 paesi. A cominciare dall’Iran, il cui mercato ha ricevuto un notevole impulso dopo la fine del quarantennale embargo commerciale, e dalla Russia, che conferma la sua partecipazione a questa edizione nonostante la svalutazione del rublo. Tra gli altri paesi emergono Regno, Germania, Austria, Ucraina e Belgio dal fronte europeo, poi Corea e Giappone dal Far East, Libano, Giordania e Qatar dal Middle East e infine gli Stati Uniti. Importante è stato, come ormai per diverse edizioni passate, il supporto di Ice-Ita (Italian Trade Agency) nella ricerca e nella selezione dei buyer più adatti all’offerta di Mipap. "Abbiamo fatto uno sforzo nella ricerca dei buyer per andare a individuare nuovi Paesi - sottolinea infatti l’ad di Fiera Milano Corrado Peraboni - per offrire nuove interessanti opportunità ai nostri espositori”.

Questa edizione registra l’arrivo di nuovi brand e il ritorno di marchi importanti, segno dell’interesse crescente per la manifestazione. Fra i ritorni c’è quello di Dellera Pellicce, marchio specializzato in pellicceria e nelle sue declinazioni in impermeabili, borse, cappelli, sciarpe, stole, coprispalle, mantelline e ponchi. E poi Parronchi Cashmere, brand specializzato nell’utilizzo di diversi materiali pregiati come cashmere, pizzo, seta e camoscio combinati in creazioni rigorosamente made in Italy. Dalla Grecia, Access, torna in fiera con le sue collezioni interessanti e mediterranee. New entry di notevole interesse sono la carpigiana Mou, il produttore tedesco di eco-pellicce Charme, W.S. Studio, brand londinese dal design moderno e dinamico, Loristella con le sue borse e accessori fashion sia in pelle che in tessuti innovativi e personalizzati, tutto rigorosamente made in Italy.

Varietà e completezza dell’offerta sono le parole d’ordine di Mipap, dove le eccellenze tessili sono protagoniste assieme a innovazione e sperimentalismo per uno sguardo fresco e aggiornato sulle nuove proposte dei mercato. Un’idea di varietà e commistione di stili che si rispecchia appieno nella nuova immagine della fiera che coniuga l’eleganza di un abito da sera con il design contemporaneo e sperimentale della grafica digitale. Come testimoniano le tante collezioni dinamiche e innovative: dai piumini alle maglierie cashmere e lana extrafine, dalla pellicceria ai gilet in eco-pelliccia, dall'abito semplice ed elegante ai motivi più etnici e jacquard, fino alle più moderne e innovative tecniche di decorazione con stampe e originali modelli over-size. Immancabili i settori accessori e Fashion&Jewels, con brand come Anna Cecere, Bruno Carlo e Kontessa che spaziano dalla produzione di cappelli a guanti e borse per arricchire di glamour ed eleganza la prossima stagione invernale. Tra i marchi che ripercorreranno l’evoluzione di stile e tendenze Club Voltaire, Laurel, Blugirl Folies, Le Fate, Flo&Clo, Frank Lyman, Bleu Blanc Rouge.

SUPER FASHION FAIR COLLEZIONI, LO STILE DELL'ACCESSORIO DONNA

In contemporanea con Mipap, Fieramilano city ospita anche Super Fashion Fair Collezioni il salone dedicato agli accessori e al prêt-à-porter donna organizzato da Pitti Immagine e Fiera Milano che dà spazio ai nuovi talenti italiani e internazionali e propone focus sui brand emergenti provenienti dall'Asia. Protagoniste di questa settima edizione le collezioni donna di accessori e ready-to-wear per l'autunno e l’inverno 2016-2017 di 150 marchi, il 30% proveniente dall'estero. Il 60% delle collezioni presentano accessori - borse, scarpe, bojoux, occhiali, sciarpe, cappelli, e foulard - mentre il 40% sono marchi di prêt-à-porter.

"Le previsioni del settore donna per il 2016 sono sicuramente positive e ci aspettiamo che i saloni confermino questo andamento - ha detto Raffaello Napoleone, ad di Pitti Immagine -. Tuttavia guardiamo ancora a quella massa critica di espositori necessaria per poter essere più attrattivi a livello internazionale e su questo stiamo lavorando con Fiera Milano".

Dello avviso l'ad di Fiera Milano Corrado Peraboni: "L'unione tra Mipap è Super è sicuramente vincente ma non sufficiente. Lo sforzo deve riuscire a dare una rappresentatività a un settore ancora sottodimensionato in termini fieristici ed espositivi". Per Peraboni, la grande sfida che Milano dovrà raccogliere per competere con fiere come quella di Parigi è creare un vero salone internazionale anche nel settore della moda, "altrimenti - ha concluso - continueremo ad avere soltanto presenze parziali".

L’obiettivo è superare il numero di buyer della scorsa edizione, quando sono stati 6mila, di cui il 20% esteri, provenienti da Giappone, Russia, Svizzera, Spagna, Germania, Francia, Belgio, Cina, Grecia, Corea del Sud, Gran Bretagna, Polonia, Hong Kong, Austria, Usa e Taiwan. Novità di questa edizione il progetto di scouting Vogue Talents for Asia, un focus su sei marchi finalisti dell'edizione 2015 del contest. Sei giovani sono affiancati da un fashion brand cinese che ha prodotto i capi in una collezione limitata: sono Gayeon Lee per V-Grass; Youjia Jin per Sc Fashion; Abcense per Le Sauda; Eliran Nargassi per Canudilo H Holydays; Minimal To per Peacebird e Cinthia & Xiao per Yi. Spazio anche per Super talents: quelli selezionati per la settima edizione sono Astrid Sarkissian, bams, Deeply Personal, hellen Van Rees, Kim Shui, Liselore Frowijn, Little Shilpa, Marit Ilison, Vaerso, Vanhan Khacharyan e Violante Nessi.

Mipap e Super, 27 -29 febbraio a fieramilanocity, viale Scarampo, Gate 5, Padiglione 3
Per saperne di più: www.mipap.it - www.pittiimmagine.com