Prete cattolico e tre diaconi uccisi a Mossul

da Bagdad

Un sacerdote cattolico, padre Ragheed Ganni, e tre suoi aiutanti diaconi sono stati uccisi ieri a colpi d’arma da fuoco da sconosciuti a Mossul nel nord dell’Irak. Lo ha annunciato l’agenzia di stampa cattolica “Asianews”. L’assassinio è avvenuto poco dopo la messa domenicale, davanti alla chiesa del Santo Spirito di cui il sacerdote era parroco.
Secondo fonti di “AsiaNews”, in serata i corpi erano ancora abbandonati in strada perché nessuno osava recuperarli per paura di rappresaglie degli estremisti musulmani.
Ormai da tempo nell’Irak del dopo-Saddam, i cristiani sono fatti oggetto di vera e propria persecuzione, denunciata più volte dai vescovi caldei e ortodossi. Padre Ganni aveva studiato in Italia e parlava arabo, italiano, francese e inglese. Ragheed aveva già subito diversi attentati e la chiesa del Santo Spirito era stata attaccata anche con il lancio di bombe.