Prete no global Don Vitaliano scrive al Colle ed esalta Gramsci

No, non poteva mancare il sacerdote tutto crocefisso, falce e martello. Don Vitaliano della Sala, movimentatissimo prete no global, fa la predica anche sulla riforma della scuola. Sul suo sito internet pubblica persino una lettera al capo dello Stato in cui chiede di «non commemorare la morte della nostra Costituzione», firmando il decreto Gelmini. La missiva è un concentrato di insulti ai provvedimenti del governo Berlusconi. Alla fine si evoca il solito pericolo «fascista» e si cita... Un apostolo? Don Sturzo? Macché Gramsci: «Credo che vivere voglia dire essere partigiani...». Amen.