Prete ortodosso ucciso nel centro di Baghdad

Un commando di armati ha
ucciso oggi nel centro di Baghdad Yousif Adel, un prete siro-ortodosso. Il sacerdote era
direttore di una scuola superiore mista, frequentata da cristiani e
musulmani

Baghdad - Un commando di armati ha ucciso oggi nel centro di Baghdad un prete ortodosso. Lo rendo noto fonti del ministero degli Interni, precisando che padre Yousif Adel, della chiesa di San Pietro, nel quartiere di Karrada, è stato ucciso oggi a mezzogiorno ora locale.

La vittima Secondo quanto scrive Asia News, il prete siro-ortodosso viaggiava sulla sua auto quando intorno a mezzogiorno (ora locale) uomini armati hanno aperto il fuoco. Il sacerdote era direttore di una scuola superiore mista, frequentata da cristiani e musulmani, da ragazzi e ragazze. Aveva già ricevuto minacce e intimidazioni per lasciare la direzione, a cui non ha prestato attenzione. Di recente aveva celebrato un incontro di preghiera aperto a tutti i cristiani. I funerali si svolgeranno domani nella cattedrale siro-ortodossa di Baghdad. Quello di stamattina è solo l’ultimo di una serie di attentati che stanno colpendo il cuore della comunità cristiana in Iraq. Meno di un mese fa, il 13 marzo, era stato rinvenuto il cadavere di monsignor Fraj Rahho, arcivescovo caldeo di Mosul, sequestrato il 29 febbraio scorso.

Il cordoglio del Papa Benedetto XVI ha espresso il suo "profondo dolore" per l’uccisione del sacerdote siro-ortodosso Yousef Adel Abudi e ha invocato nuovamente che per l’Iraq si trovi "la via della pace" e della tolleranza tra le varie componenti della società. In un telegramma, a firma del cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone, inviato all’arcivescovo siro-ortodosso di Baghdad, Saverius Jamil Hawa, il Papa assicura la sua vicinanza e le sue preghiere ai famigliari e confratelli del sacerdote. Il Pontefice - si legge nel telegramma il cui testo è stato riportato dalla Radio Vaticana - "invoca il Signore affinchè il popolo iracheno trovi la via della pace per costruire una società giusta e tollerante".