Il prete del «white bloc» contro i no global

L’altra faccia della Chiesa. Quella che solitamente non appare, quella che parla ai fedeli dentro le chiese, quella umile che segue il Vangelo, per una volta ha deciso di tirare fuori la testa, di commentare pubblicamente quanto è accaduto nei giorni che hanno preceduto la visita di Benedetto XVI alle diocesi di Genova e Savona e quello che abbiamo respirato in città in quella domenica.
Quante volte si dà spazio ai don Gallo e ai don Farinella per il loro status di «preti contro», per la loro voglia di apparire per diversità ed anticonformismo davanti alle gerarchie ecclesiastiche. Adesso c’è anche la squadra dei «preti pro», quelli che non si limitano allo sfogo informale con i loro parrocchiani ma che ora scelgono di esporsi. È il caso di don Corrado Franzoia, parroco di San Pietro di Quinto che nel notiziario trimestrale della parrocchia, «Vita Quintese», ha scelto di informali i suoi fedeli (...)