Preti polacchi pendolari della fede

Religiosi in crisi di vocazione e chiese sempre più affollate: ma di fedeli neocomunitari. Almeno è quanto accade in Scozia. A risolvere il problema ci hanno pensato alcuni preti polacchi che ogni venerdì si fiondano a Glasgow per incontrare i loro connazionali. I pendolari della fede arrivano, confessano, dicono messa, acchiappano il primo volo low cost e ritornano a casa. Nel frattempo, qualcuno in Italia si è già allarmato: vuoi vedere che dopo il pericoloso idraulico adesso è la volta dei preti? Intanto nei seminari di Varsavia e Cracovia l’inglese è sempre più gettonato anche se l’italiano resta ancora in pole position (effetto Wojtyla). Che stiano premeditando un’«invasione» anche da noi?