Prevarrà chi rappresenta un drastico cambiamento

«Domanda molto difficile in quanto io penso che il nostro lavoro sia quello di descrivere quello che fanno gli altri. Cosa conta quello che vorrei io? Io non ti do un nome. Io ti posso dire quello che secondo me l’America farà. La mia impressione è che l’America sceglierà quanto di più nuovo c’è in circolazione. Perché l’America è una nazione che si appassiona alle sfide innovative: più sono innovative, più le sposa. Quindi l’interrogativo è: chi è più innovativo oggi in America rispetto agli anni di Bush? Questo è il punto. Quindi se tu mi chiedi chi vincerà il 4 novembre, io ti dico vincerà il candidato che dimostrerà di essere più innovativo rispetto agli anni di Bush, più innovativo sul piano non solamente dei valori, ma anche della gestione della politica. Obama dice, come Lincoln dopo la guerra civile, uniamo l’America. Huckabee dice: uniamo chi crede nei valori e chi non crede nei valori tradizionali. Sono due personaggi di drastico cambiamento. Non ho idea di chi vincerà. Sono sicuro che sarà una campagna elettorale disseminata di sorprese».