Prevenzione Team anti-rischio per dare all’azienda un futuro

«Il nostro compito è quello di identificare e definire, all’interno di un’azienda, tutte le strategie di gestione del rischio. È assodato, infatti, che oggigiorno molte realtà vivono nella totale casualità e non vengono presi in considerazione accantonamenti proprio per prevenire situazioni spiacevoli». Luca Franzi, consigliere delegato di Rasini Viganò, società leader in Italia nella consulenza del rischio e nel brokeraggio assicurativo, mette in guardia il mondo imprenditoriale, finanziario e le stesse istituzioni dal sottovalutare la possibilità che accada il classico imprevisto. Insomma, di non valutare la necessità di creare una vera task force interna all’impresa, il cosiddetto risk management, contro i problemi in agguato. «In pratica - aggiunge il manager - la filosofia di Rva si basa sull’individuazione dei bisogni del cliente, favorendo l’ottimizzazione dei costi connessi al rischio e trasformandoli da reale minaccia in opportunità. Creando allo stesso tempo valore dentro l’azienda».
Il ricorso a realtà di consulenza è da prendere in considerazione soprattutto nel momento in cui, per far fronte alla crisi, si tende a tagliare il più possibile i costi, esponendosi così a possibili inconvenienti capaci, spesso, di mettere a repentaglio la sopravvivenza della stessa azienda. «Tra i settori più esposti - ricorda Franzi - troviamo il credito, l’auto, in particolare, insieme alle realtà che si occupano di chimica, farmaceutica ed energia. Pensiamo alla situazione che si creerebbe per un improvviso caso di inquinamento. In proposito, il nostro lavoro consiste nel ridurre al minimo le aree che potrebbero andare incontro al problema. Ciò che viene creduto impossibile, in realtà può sempre avvenire, come è successo con l’uragano Katrina quando varie situazioni che non avrebbero mai dovuto coincidere, in realtà di sono verificate». Rva, dal canto suo, presenta al cliente - da sempre focalizzato sui rischi più noti - un quadro completo di quelli «sommersi». «L’introduzione di un approccio strutturato e distintivo del team di risk management - conclude Franzi - rappresenta, quindi, una leva fondamentale per il miglioramento dei margini aziendali, anche attraverso il rafforzamento dell’immagine dell’azienda».