Preziosi: «C’era un altro rigore per noi»

Enrico Preziosi accetta il pareggio con una mezza smorfia: «Non voglio giudicare il comportamento dell'arbitro, ma alla fine c'era un rigore piuttosto netto a nostro favore. Non eravamo brillanti come al solito, questa partita deve servire da monito». Prende fiato il patron rossoblu e poi continua la sua analisi del match: «Bisogna avere un approccio diverso, serve sempre la massima attenzione anche se giochiamo contro l'ultima in calssifica».
Inutile drammatizzare anche il pareggio con il Crotone non è andato giù al patron genoano: «È andata così, inutile pensarci troppo: cerchiamo di voltare pagina e pensare alla prima gara. Lo ripeto, non siamo stati brillanti anche se non era facile: il Crotone si è chiuso nella propria area. Un campanello d’allarme dopo il pareggio a Verona? No, in trasferta ci può anche stare di chiudere la gara in parità, oggi proprio no. Sicuramente abbiamo perso due punti. Non è stato il Genoa che siamo abituati a vedere». Dalla tribuna d’onore alla sala stampa del Luigi Ferraris c’è amarezza in casa Genoa. Tutti concordano, non è stato il solito Grifone, ma nonostante tutto era possibile conquistare il bottino pieno. Iniziamo da GianPiero Gasperini: «Sicuramente ci ha tagliato le gambe il loro gol, peccato davvero: dovevamo essere più attenti. Queste sono partite strane: se poi vai sotto tutto diventa più difficile. L’ingresso di Juric dal primo minuto? È una mossa che rifarei perché Fabiano aveva qualche problemino fisico, doveva rifiatare. Comunque, pensiamo alla prossima gara». L’ultima battuta, infine, sul match in programma a Napoli domani sera. Il tecnico del Genoa prova a scherzarci su: «Diciamo un pareggio con cinque espulsioni per parte.». E giù una risata. Domenico Criscito parla invece di momento sfortunato: «È un periodo particolare dove tutto gira storto. Adesso, abbiamo l’occasione di riprendere subito la strada giusta già nel match di Coppa Italia con l’Empoli e poi a Bergamo con l'Albinoleffe. L'unica cosa positiva è il fatto di aver mantenuto la testa della classifica visti gli altri risultati. Cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno». Notizia di mercato: il Genoa se Sculli verrà squalificato, starebbe pensando al reintegro di Covado Grabbi.