Preziosi: «Ci siamo scatenati»

Domenico Criscito dovrà restare lontano dai campi di gioco per due settimane a causa di trauma distorsivo alla caviglia. Il responso è arrivato prima della partenza del gruppo per Palermo dove domani la squadra affronterà i rosanero nella giornata di serie A anticipata per la domenica pasquale. Dopo la brutta caduta con l'Inter il responsabile dello staff sanitario Lucio Genesio gli ha così prescritto alcune sedute fisioterapiche. Ma accanto ad una brutta notizia ce n'è anche una buona. Rubinho ha completamente recuperato ed è partito con il resto del gruppo per la Sicilia mentre la prossima settimana è atteso il rientro di Bovo.
In casa rossoblù dunque si ragiona già sulla partita con la squadra del presidente Zamparini che ha dato l'ennesimo ultimatum a Guidolin. Ma il massimo dirigente rossoblù Enrico Preziosi è comunque voluto tornare sulla prova convincente con i nerazzurri che ha portato un punto prezioso. «Ho visto un grande Genoa - ha commentato - Finalmente siamo riusciti ad allontanarci dai 35 punti e possiamo guardare con più tranquillità alle prossime partite. Sapevamo di stare bene e lo abbiamo dimostrato soprattutto nella ripresa. I ragazzi sono stati bravi a reagire e si sono scatenati. In questi giorni ho apprezzato il fatto che l'ambiente sia rimasto compatto e abbia fatto quadrato dopo tre sconfitte. È un segnale importante, per il presente e per il futuro. Contro l'Inter abbiamo speso tanto, ma a Palermo non andremo per fare una gita».
Ecco il messaggio del 'Pres' che è anche quello di Gian Piero Gasperini. «Con i siciliani condividiamo la posizione in classifica - ha commentato il tecnico genoano - Sono una squadra rodata e con una maggiore esperienza nella massima categoria. Anche noi, però, siamo maturati dalla gara di andata. E speriamo di tornare a casa con qualcosa in più di una cassata e un vassoio di cannoli. Sempre graditi, a scanso di equivoci...». A Palermo torna disponibile Leon che si rivedrà in formazione dal primo minuto (nei siciliani non ci sarà invece Barzagli squalificato,ndr) e tra i pali, come detto, ci sarà il ritorno di Rubinho. In attacco il posto da titolare dovrebbe tornare ad essere di Borriello. «Decide Gasperini, a fin di bene - ha commentato il capocannoniere del campionato di serie A con 17 reti - Tra il titolo nella classifica marcatori, la vittoria della Scarpa d'Oro e la convocazione agli Europei? Il primo obiettivo resta la salvezza del Genoa». L'incontro sarà diretto dall'internazionale Paolo Tagliavento di Terni.
Quattro i precedenti di Tagliavento con la squadra rossoblù a livello di campionato: Inter-Genoa 4-1 (31/10/2007), Genoa-Mantova 2-1 (19/01/2007), Verona-Genoa 3-0 (25/10/2003) e Venezia-Genoa 2-2 (12/10/2003). Due con gli isolani: Palermo-Roma 1-2 (06/05/2007) ed Empoli-Palermo 2-0 (24/09/2006).