Preziosi: «Non vendo e prendo Floccari»

Cos'è successo al Genoa dopo la vittoria contro la Juventus? Domanda che si sono posti in molti. La risposta però, come accade in questi casi, non e mai facile. Probabilmente è un insieme di situazioni e di episodi. Come contro la Lazio, anche a Bologna, i rossoblù sono partiti bene creando occasioni da rete. Una volta subito lo svantaggio però, la squadra sembra subire un contraccolpo psicologico. Vengono allora in mente le parole di Juric, prima di affrontare i felsinei. «Dopo aver subito la rete dello svantaggio (il gol di Zarate ndr), mentalmente non eravamo più abituati a questa situazione e non siamo riusciti a reagire».
A differenza però della partita contro i biancocelesti, i ragazzi di Gasperini hanno subito il doppio svantaggio nella prima frazione. Si può però vedere anche il bicchiere mezzo pieno. E vero sono arrivate due sconfitte. Se però si guardano i tabellini delle due gare, salta all'occhio che il Genoa ha creato comunque parecchie occasioni da rete. A differenza delle altre volte, la fortuna non è stata amica. La squadra ed il tecnico hanno dato comunque prova di grande serietà rinunciando al giorno di festa di lunedì, per riguardare la sfida di domenica e confrontarsi. Ieri è arrivato alla ripresa generale degli allenamenti il presidente Enrico Preziosi che ha colloquiato con Rossi e compagni. Segnale forte di come la società, in primis il massimo dirigente, sia vicino ai ragazzi.
I pochi biglietti rimasti disponibili per il derby saranno venduti liberamente domani al Genoa Store. «Per quello che ci riguarda il derby è una tappa per arrivare ad un traguardo storico», puntualizza Preziosi che aggiunge sulla stagione rossoblù: «Il nostro campionato è eccezionale. Perdere a Bologna è stato un male per la qualificazione in Champions ma ci crediamo ancora. Se poi la Fiorentina, alla fine della stagione, sarà stata più brava di noi, applaudiremo. Il derby è un appuntamento a cui teniamo particolarmente. È chiaro che per la Samp è un’occasione per dare una gioia in più, oltre alla Coppa Italia, ai suoi tifosi. Per noi è invece motivo importante per riprendere il discorso con i tre punti». Sul mercato: «Il Napoli non ha mai richiesto né Motta, né Palladino. Floccari è un buonissimo attaccante, ma quando non ci sono le firme sul contratto nulla è concluso. Milito? Non ho mai avuto alcuna trattativa con l’Inter, fosse per me lo terrei qui, ma dipende da lui». Alla ripresa degli allenamenti si è registrata un notizia positiva. Vanden Borre infatti ha svolto con il gruppo la seduta di allenamento e sarà dunque disponibile per la gara con la Sampdoria.